15/05/2020
Comunicare al tempo della Fase 2: emozioni da gestire e sfide da affrontare.
by Loredana Parisi - PiantaGrani

Si riaprono le porte serrate per due mesi: le vetrine brilleranno al sole di maggio e potremo tuffarci di nuovo negli inconfondibili profumi dei nostri tessuti.
È certamente impegnativo: senza incassi per tante settimane riprendere con entusiasmo non è proprio una passeggiata. Pensiamo però a quante ne abbiamo vissute in altri tempi e come siamo stati in grado di affrontare tutto e riprenderci: ci aiuterà a ritrovare grinta e coraggio.

In Manifatture Tessili Prete si respira il ricordo dei nonni fondatori delle tessiture che aiuta: loro hanno affrontato le guerre e la fame, ce l’hanno fatta con la sola forza d’animo, nonostante avessero meno mezzi e conoscenze di oggi.


Ce la faremo tutti. Insieme è meglio: un pò di incoraggiamento vicendevole servirà a rendere il viaggio della ripresa un pò più leggero.


Intanto niente fustigazioni: non siamo riusciti ad attivare il commercio online? Bene, vuol dire che sarà da progettare sulla base di casi di successo e con più calma. Sembra infatti che in questo periodo l’ecommerce abbia funzionato per beni di prima necessità, spesso tante cose acquistate online erano legate alle esigenze immediate dei più piccoli.
Pensiamo alla ripresa: cosa fare da lunedì 18?


Intanto riaprire, assaporare sole e aria, risentire il sapore familiare di ciò che si è costruito nel tempo. E poi, via!
Partiamo dalle vetrine e dalle zone più a vista del nostro negozio: ora c’è bisogno di essere ancora più accoglienti di sempre. È primavera, magari aggiungere quale tocco di colore in più agli allestimenti? Una rosa, un girasole, una fresia profumata? Un tocco fantasioso, qualcosa di sorprendente, di diverso: del resto siamo tutti un pò cambiati.
E poi fotografare il tutto e pubblicare sui propri canali social: per i vostri clienti sarà utile e rassicurante sapere che siete tornati!
Su Facebook sarà bello raccontare il ritorno, anche con una simpatica foto in mascherina. Per chi ha timore di scrivere, sarà efficace usare un verso di una poesia o la citazione preferita, o un passo di un libro, l’importante è far sentire la presenza mettendoci il cuore.
Facebook si presta alla narrazione: potrà essere utilizzato per 2/3 post a settimana che raccontino magari brevemente a coloro che vi seguono cosa avete fatto in quarantena, il ritorno in negozio e le caratteristiche di tutta la nuova collezione che li attende, fresca e bella. Basteranno una foto e un breve testo, l’importante è trasmettere un messaggio che sia caloroso. E se vi piace condividete i nostri messaggi sulle vostre bacheche.
E Instagram? Questo social per voi è prezioso, si basa totalmente sulle immagini e sull’utilizzo degli hashtag corretti: individuate quelli del settore (esempi: #biancheria, #fibrenaturali #biancheriaperlacasa, #tessutinaturali #lino #cotone #tessutiartigianali #manifatturetessili, #natura, #sostenibilità, etc) e sbizzarritevi con foto fantasiose!


Mai dimenticare inoltre il ruolo delle storie su Instagram: servono per comunicazioni continue ed immediate, durano 24 ore ma si possono conservare nella home page dell’account nei contenitori con specifici titoli (es. asciugamani, lenzuola, tovaglie, etc etc)

Forza allora con il pieno di energia da trasmettere a tutti coloro che in qualche modo vengono a contatto con noi, nonostante il distanziamento sociale: stimoliamo il desiderio di entrare in negozio e “toccare con mano” le belle cose, o forse è meglio dire “toccare con guanto”!


Buona ripresa a tutti!

Newsletter

Copyright © 2018 - All Right Reserver - P.iva 00506510650
credits.Kreisa